Olimpiadi Rio de Janeiro 2016

Olimpiadi Rio 2016-Risultati 14 agosto

Niccolò Campriani diventa il sesto italiano a vincere 3 medaglie d’oro individuali, e lo fa con una roccambolesca affermazione nella carabina 50m 3 posizioni. Si decide tutto all’ultimo tiro, il rivale dell’azzurro, il russo Kamenskiy, ha 0.6 punti di vantaggio. Campriani si deve superare ma non va oltre un deludente 9.2. Sembra tutto finite ma il russo non regge la pressione e sbaglia completamente: è un 8.3 che consegna il secondo oro di queste olimpiadi a Campriani.
Nell’ultima gara in programma la scherma regala ancora medaglie, con il secondo posto della spade maschile a squadre che si inchina solo in finale ai maestri francesi, nettamente superiori. La medaglia più bella arriva però dai tuffi, con Tania Cagnotto che si prende la seconda medaglia olimpica e chiude la sua gloriosa carriera come meglio non poteva. Dopo la delusione di Londra, infatti, l’azzurra riesce a cogliere il massimo possible da questa rassegna olimpica con l’argento nel sincro e questo bronzo nei 3m. La finale è da cardiopalma, si decide tutto all’ultimo tuffo. Le due cinesi sono imprendibili e a lottare per il terzo gradino del podio ci sono la nostra Tania e la canadese Jennifer Abel, la Abel ha 6.50 punti di vantaggio prima dell’ultimo tuffo. Tania con il suo amato doppio e mezzo rovesciato carpiato supera se stessa e conquista 81 punti e la Abel, messa sotto pressione, sbaglia leggermente: il podio è di Tania Cagnotto.
Nell’atletica buona prestazione di Libania Grenot che centra la finale nei 400m e si giocherà un buon piazzamento in finale. Da segnalare il record del mondo nei 400m maschili per il sudafricano van Niekerk, che cancella il primate di Michael Johnson che resisteva da 17 anni. Tripletta d’oro per il giamaicano Usain Bolt nei 100m piani, è il primo nella storia a riuscirci.
Buon inizio nell’omnium per Elia Viviani, che dopo tre corse su sei è in lizza per una medaglia con il suo secondo posto in classifica a soli due punti dalla testa. Dopo il deludente settimo posto nello scratch, Viviani si rialza con il terzo posto nell’inseguimento individuale e la grande vittoria nell’eliminazione.
Delusione enorme per Flavia Tartaglini che chiude la gara olimpica del windsurf al sesto posto, dopo essere stata in testa prima della Medal Race. Purtroppo le condizioni di poco vento non hanno agevolato la Tartaglini, che predilige il vento forte e le onde. Grande rimonta invece per Bissaro-Sicouri, che prima della Medal Race sono secondi a 5 punti dalla testa e si giocheranno una medaglia.
Le speranze di medaglia:
Ore 14 – Rachele Bruni, 10 km nuoto
Ore 22.23 – Elia Viviani, Omnium
Da non perdere:
Ore 00.50 (domani 16 agosto) – Italia-Cina, pallanuoto femminile (quarti di finale)
Ore 1.30 (domani 16 agosto) – Italia-Canada, pallavolo maschile
Marco V

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien