Olimpiadi invernali Pyeongchang 2018

Brignone si consacra con il bronzo in gigante, Tumolero terzo nei 10.000m

 

Le sorprese arrivano anche per noi, i nostri outsider a volte riescono a togliersi delle soddisfazioni. Nessuno si aspettava Nicola Tumolero sul podio olimpico, tantomeno in questa specialità, invece con un passo regolare e una volontà ferrea è riuscito ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo. Non si è lasciato impressionare dal canadese Bloemen, oro e record olimpico nella stessa batteria dell’italiano, e ha stampato u grande tempo su una pista certamente non veloce, sfiorando addirittura il record italiano. Non importa se la medaglia è arrivata anche grazie al crollo del campionissimo olandese Sven Kramer, perchè Nicola si è guadagnato il podio meritatamente. E dopo i fasti di Enrico Fabris a Torino 2006, l’Italia torna sul podio nella specialità dello speed skating con un altro nativo di Roana: Tumolero, classe 94, si potrà certamente togliere soddisfazioni in futuro.

Soddisfazione nell’atteso gigante femminile, anche se dopo la prima manche si poteva aspettarsi di più: sciupa l’occasione della vita Manuele Moelgg, prima dopo la parte iniziale di gara ma che non ha saputo sfruttare i 20 centesimi di vantaggio su Mikaela Shiffrin. L’americana va a prendersi il primo successo di una Olimpiade che potrebbe diventare la sua. Buona prestazione di squadra delle azzurre, con Bassino quinta e Moelgg ottava oltre al bronzo di Federica anche se quell’oro era alla portata…

 

Grandissima delusione sempre nella notte nello snowboardcross maschile dove Omar Visintin, che partiva favorito almeno per una medaglia, è caduto agli ottavi di finale dicendo addio a qualsiasi velleità di podio. Azzurri tutti fuori prima delle semifinali. Quarto posto amaro nella discesa maschile per Dominik Paris, comunque molto lontano dal podio che è dominato dalla Norvegia. I tre velocisti ci riproveranno stanotte con il SuperG. Stanotte si recupera anche lo slalom femminile, che ieri era stato rinviato per il troppo vento.

Avari di soddisfazioni anche la prova del doppio di slittino, dove comunque i giovani Nagler-Malleier si sono ben comportati con un settimo posto mentre nel team relay non siamo andati oltre il quinto posto. Infine miglior rislutato degli individuali di biathlon disputati oggi è stato un discreto settimo posto di Dorothea Wierer, che avrà l’ultima possibilità in una prova individuale sabato con la mass start.

Infine si sono difese bene nel programma libero delle coppie di pattinaggio artistico le nostre due coppie, con Marchei-Hotarek che hanno conquistato un buonissimo settimo posto con il nuovo record italiano.

 

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien